Lo schema triadico del RE-I

In  estrema sintesi, il  Rilassamento Etero-Imagoico (RE-I)  è una tecnica formata da sette percorsi che costituiscono altrettante tappe di un  intero iter di  crescita che conduce  al riemergere dei contenuti del motore arcaico (l’Immaginario Positivo).

Esercizi diversi ma interconnessi che rappresentano delle “leve” in grado di smuovere ed  attivare materiale adattivo ed energetico che consente di raggiungere un’omeostasi fisica, psichica e spirituale.

Ognuno di essi è costituito da un “rilassamento attivizzante”, da “immagini simboliche” e da una “ripresa”.

Il primo consente una distensione neuromuscolare, la regolarizzazione del ritmo respiratorio, una ottimale vasodilatazione degli organi addominali, una leggera vasocostrizione della fronte, un’attivazione del lobo sinistro a livello cerebrale, un’adeguata psicogalvanicità della  pelle e un aumento delle onde alfa.

Tali processi disattivano l’azione della corteccia cerebrale che risulterebbe una dannosa barriera  alla  dinamicità  delle forze emergenti.

Questa preparazione a livello corporeo è la base che prepara l’affiorare delle forze dinamiche presenti nell’Immaginario Positivo attraverso l’utilizzo di semplici immagini simboliche, proposte in successione ordinata (“percorso”), accessibili a qualsiasi soggetto indipendentemente dal suo grado di istruzione, di livello sociale e culturale.

Alla fine di ogni esercizio è prevista una ripresa per riattivare lo stato di veglia e i processi coscienti.

Uno schema semplice e triadico sul quale si costruisce l’intero canovaccio del Rilassamento Etero-Imagoico che, in sintesi, è un “cammino” che il soggetto intraprende – a volte piacevole e rassicurante, altre arduo e difficile – che gradualmente conduce alla riscoperta di quella positività intrapsichica che gli stimoli stressanti della quotidianità ammantano di fittissime nebbie celandola, fino a farci dimenticare della sua esistenza.

fonte: https://www.immaginariopositivo.it/contatti/

Test e Retest MMPI

Il test MMPI (Minnesota Multiphasic Personality Inventory) non è di competenza del Counselor. Nella tecnica RE-I si rende necessario, come insegnato dalla Dr.ssa Martina Minardi, per valutare in modo oggettivo, lo stato di partenza del cliente/paziente e i progressi che ha ottenuto a fine percorso. Per tale motivo la Scuola “Psiche” di Crispiano (Ta), mette a disposizione Psicologi e Psicoterapeuti in grado di somministrare tale Test. In questo modo, grazie alla collaborazione interdisciplinare, il Counselor può effettuare il suo lavoro in tutta tranquillità. Come Operatore RE-I, dopo la valutazione col Test, sono sicuro di sgombrare il campo da situazioni che non sono di mia competenza.

fonte: https://www.immaginariopositivo.it/contatti/